Proverbi Brianzoli

El mund cun pussè el va innaz cun pussè el diventa catif.
Il mondo con più va avanti con più diventa cattivo.
Progresso, benessere e comodità non rendono migliore l’umanità.Busej e giurament, de solit i è parent.
Bugie e giuramenti, di solito sono parenti.La pressa l’è buna de’nda al cess quand che la scapa.
La fretta è buona per andare al gabinetto quando scappa.

Parè e no vess, l’è cume filà e no tess.
Sembrare e non essere è come filare senza tessere.

Ses mes semper ciapà, ses mes mai refudà
Sei mesi prendere, sei mesi mai rifiutare.

Roba rubada fa minga durada.
Roba rubata non fa durata.

Lassa brusà la cà, ma marcà.
Lascia bruciare la casa, ma annotare.
Nel commercio e negli affari annota tutto con attenzione.

Roba del Cumun, roba de nessun.
Roba del Comune, roba di nessuno.

La gent cun poch la se cumpra e cun menu la se vend.
La gente si compra con poco e con meno si vende.

I danè en fa per spendi, ma i è piatt per metej in pigna.
I soldi sono fatti per spenderli, ma sono piatti per ammucchiarli.

El vin l’è la teta di vecc.
Il vino è la mammella dei vecchi.

Dopu i quaranta per “far l’amor” de rob gh’en vor tre:
un mas’c, una fèmen e la faccia del Re.

Dopo i quaranta per fare l’amore di cose ce ne vogliono tre:
un maschio, una donna, e la faccia del Re (i soldi).

A’ sto mund gh’è tre qualità de becch:
becch cuntent, becch rabient, becch innucent.

Al mondo ci sono tre tipi di cornuti: il contento, il rabbioso e l’ignaro.